Skip to main content Skip to search

Novembre

11/11

Consegna modelli 730/2020 integrativi

I CAF-dipendenti e i professionisti abilitati che prestano assistenza fiscale, che hanno elaborato modelli 730/2020 integrativi, devono consegnare al contribuente la copia del: modello 730/2020 integrativo elaborato; relativo prospetto di liquidazione (modello 730-3).

Trasmissione telematica modelli 730/2019 integrativi

I CAF-dipendenti e i professionisti abilitati che prestano assistenza fiscale, che hanno elaborato modelli 730/2019 integrativi, devono trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate: i modelli 730/2019 integrativi elaborati; la comunicazione dei risultati contabili dei modelli 730/2019 integrativi elaborati (modelli 730-4 integrativi), ai fini dell’effettuazione dei conguagli in capo al contribuente.
18/11

Versamento rate imposte e contributi

I soggetti titolari di partita IVA devono versare, con applicazione dei previsti interessi, in relazione ai saldi e agli acconti di imposte e contributi derivanti dai modelli REDDITI 2020 e IRAP 2020: la sesta rata, se la prima rata è stata versata entro il 1.7.2020; la quinta rata, se la prima rata è stata versata entro il 31.7.2020; la quarta rata, se la prima rata è stata versata entro il 30.8.2020; la terza rata, se la prima rata è stata versata entro il 30.9.2020; la seconda rata, se la prima è stata versata entro il 30.10.2020.

Versamento ritenute e addizionali

I sostituti d’imposta devono versare: le ritenute alla fonte operate nel mese di ottobre 2020; le addizionali IRPEF trattenute nel mese di ottobre 2020 sui redditi di lavoro dipendente e assimilati.

Versamento rata saldo IVA

I contribuenti titolari di partita IVA devono versare, con applicazione dei previsti interessi e maggiorazioni, in relazione al saldo dell’imposta derivante dalla dichiarazione per l’anno 2018 (modello IVA 2020): la nona rata, se la prima è stata versata entro il 18.3.2020; la sesta rata, se la prima rata è stata versata entro il 1.7.2020; la quinta rata, se la prima rata è stata versata entro il 31.7.2020; la terza rata, se la prima rata è stata versata entro il 30.9.2020; la seconda rata, se la prima è stata versata entro il 30.10.2020.

Versamento IVA mensile

I contribuenti titolari di partita IVA in regime mensile devono: liquidare l’IVA relativa al mese di ottobre 2020; versare l’IVA a debito.

Versamento IVA terzo trimestre 2020

I contribuenti titolari di partita IVA in regime opzionale trimestrale devono: liquidare l’IVA relativa al trimestre luglio-settembre 2020; versare l’IVA a debito, con la maggiorazione dell’1% a titolo di interessi.

Contributi INPS artigiani e commercianti

I soggetti iscritti alla Gestione artigiani o commercianti dell’INPS devono effettuare il versamento della terza rata dei contributi previdenziali compresi nel minimale di reddito (c.d. “fissi), relativa al trimestre luglio-settembre 2020.

Rata premi INAIL

I datori di lavoro e i committenti devono versare la quarta e ultima rata dei premi INAIL: dovuti a saldo per il 2019 e in acconto per il 2020, con applicazione dei previsti interessi.
25/11

Presentazione modelli INTRASTAT

I soggetti che hanno effettuato operazioni intracomunitarie presentano all’Agenzia delle Entrate i modelli INTRASTAT: relativi al mese di ottobre 2020, in via obbligatoria o facoltativa; mediante trasmissione telematica. I soggetti che, nel mese di ottobre 2020, hanno superato la soglia per la presentazione trimestrale dei modelli INTRASTAT presentano: i modelli relativi al mese di ottobre 2020, appositamente contrassegnati, in via obbligatoria o facoltativa, mediante trasmissione telematica.
28/11

Regolarizzazione versamento imposte da modelli REDDITI 2020 e IRAP 2020

I soggetti IRES “solari” che hanno effettuato insufficienti versamenti delle somme dovute a saldo per il 2019 o in acconto per il 2020, relative ai modelli REDDITI 2020 e IRAP 2020, la cui scadenza del termine con la maggiorazione dello 0,4% era il 30.8.2020, possono regolarizzare le violazioni applicando la sanzione ridotta dell’1,67%, oltre agli interessi legali.
29/11

Regolarizzazione versamento imposte da modelli REDDITI 2020 e IRAP 2020

I soggetti che beneficiano della proroga dei versamenti e che hanno effettuato insufficienti versamenti delle somme dovute a saldo per il 2019 o in acconto per il 2020, relative ai modelli REDDITI 2020 e IRAP 2020, la cui scadenza del termine con la maggiorazione dello 0,4% era il 30.10.2020, possono regolarizzare le violazioni applicando la sanzione ridotta dell’1,5%, oltre agli interessi legali.
02/12

Trasmissione telematica delle dichiarazioni

Le persone fisiche, le società di persone e i soggetti equiparati e i soggetti IRES con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare devono presentare in via telematica, direttamente o avvalendosi degli intermediari abilitati: il modello REDDITI 2020; il modello IRAP 2020 (se soggetti passivi IRAP).

Presentazione schede 2-5-8 per mille IRPEF

Le persone fisiche esonerate dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi possono presentare le schede per la destinazione: del 2 per mille dell’IRPEF ad un partito politico; del 5 per mille dell’IRPEF a sostegno degli enti non commerciali, degli enti della ricerca scientifica e dell’università e degli enti della ricerca sanitaria; dell’8 per mille dell’IRPEF ad una confessione religiosa riconosciuta.
La presentazione può avvenire: direttamente in via telematica, o avvalendosi degli intermediari abilitati; oppure mediante consegna ad un ufficio postale.

Regolarizzazione modelli REDDITI 2019, IRAP 2019 e CNM 2019

Le persone fisiche, le società di persone e i soggetti equiparati e i soggetti IRES con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, che presentano i modelli REDDITI 2020, IRAP 2020 e CNM 2020 in via telematica, possono regolarizzare, mediante il ravvedimento operoso, con la riduzione delle sanzioni ad un ottavo del minimo: l’infedele presentazione delle dichiarazioni REDDITI 2019, IRAP 2019 e CNM 2019, relative al 2018; gli omessi, insufficienti o tardivi versamenti del 2019.
La regolarizzazione si perfeziona mediante: il versamento degli importi non versati, degli interessi legali e delle sanzioni ridotte previste per le diverse violazioni; la presentazione delle eventuali dichiarazioni integrative.

Registro beni ammortizzabili

I contribuenti che hanno presentato la dichiarazione dei redditi in via telematica devono effettuare la compilazione del registro dei beni ammortizzabili.

Annotazioni contribuenti in contabilità semplificata

I contribuenti in regime di contabilità semplificata che hanno presentato la dichiarazione dei redditi in via telematica devono annotare nel registro acquisti ai fini IVA: le scritture di chiusura (ratei e risconti, fatture da emettere e da ricevere, plusvalenze, sopravvenienze attive, minusvalenze, sopravvenienze passive, perdite di beni strumentali, oneri di utilità sociale, ammortamenti, accantonamenti di quiescenza e previdenza, ecc.); il valore delle rimanenze, raggruppate in categorie omogenee per natura e per valore.

Versamento acconti da modello REDDITI 2020 PF

Le persone fisiche devono effettuare il versamento del secondo o unico acconto, dovuto per l’anno 2020, relativo: all’IRPEF; alla cedolare secca sulle locazioni; all’imposta sostitutiva del 5% per i c.d. “contribuenti minimi” ex art. 27 del DL 98/2011; all’imposta sostitutiva del 15% o 5% per i contribuenti rientranti nel regime fiscale forfettario ex L. 190/2014.
Tali versamenti non possono essere rateizzati.

Versamento acconti contributi INPS da modello REDDITI 2020 PF

Le persone fisiche iscritte alla Gestione artigiani o commercianti dell’INPS devono effettuare il versamento del secondo acconto dei contributi dovuti per l’anno 2020, calcolati sul reddito d’impresa dichiarato per l’anno 2018, eccedente il minimale di reddito stabilito per l’anno 2019, nei limiti del previsto massimale.
Le persone fisiche iscritte alla Gestione separata INPS ex. L. 335/95, in qualità di lavoratori autonomi, devono effettuare il versamento del secondo acconto dei contributi dovuti per l’anno 2020, pari al 40%, calcolati sul reddito di lavoro autonomo dichiarato per l’anno 2019, nei limiti del previsto massimale.
Tali versamenti non possono essere rateizzati.

Versamento acconti imposte da modelli REDDITI 2020 SC ed ENC

I soggetti IRES, con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, devono effettuare il versamento del secondo o unico acconto, dovuto per l’anno 2020, relativo: all’IRES; alla maggiorazione IRES prevista per le società di “comodo” o in perdita sistematica; all’addizionale IRES prevista nei confronti degli enti creditizi e finanziari; all’addizionale IRES nei confronti dei soggetti che operano nel settore degli idrocarburi, prevista dalla L. 6.2.2009 n. 7.
Tali versamenti non possono essere rateizzati.

Versamento acconti IRAP

Le persone fisiche (se soggetti passivi), le società di persone e i soggetti equiparati, i soggetti IRES con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, devono effettuare il versamento del secondo o unico acconto IRAP, dovuto per l’anno 2020.
Tali versamenti non possono essere rateizzati.

Versamento rate imposte e contributi

I soggetti non titolari di partita IVA devono versare, con applicazione dei previsti interessi, in relazione al saldo e al primo acconto di imposte e contributi derivanti dai modelli REDDITI 2020: la sesta rata, se la prima rata è stata versata entro il 1.7.2020; la sesta rata, se la prima rata è stata versata entro il 31.7.2020; la terza rata, se la prima rata è stata versata entro il 30.9.2020; la terza rata, se la prima è stata versata entro il 30.10.2020.

Trasmissione dati liquidazioni periodiche IVA

I soggetti passivi IVA, non esonerati dall’effettuazione delle liquidazioni periodiche o dalla presentazione della dichiarazione IVA annuale, devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate: i dati delle liquidazioni periodiche IVA relative al trimestre luglio-settembre 2020; in via telematica, direttamente o tramite un intermediario abilitato. I contribuenti trimestrali presentano un unico modulo per ciascun trimestre; quelli mensili, invece, presentano più moduli, uno per ogni liquidazione mensile effettuata nel trimestre.

Registrazione contratti di locazione

Le parti contraenti devono provvedere: alla registrazione dei nuovi contratti di locazioni di immobili con decorrenza inizio mese di novembre 2020 e al pagamento della relativa imposta di registro; al versamento dell’imposta di registro anche per i rinnovi e le annualità di contratti di locazione con decorrenza inizio mese di novembre 2020.
Per la registrazione è obbligatorio utilizzare il nuovo “modello RLI”, approvato con il provv. Agenzia delle Entrate 19.3.2019 n. 64442.
Per il versamento dei relativi tributi è obbligatorio utilizzare il modello “F24 versamenti con elementi identificativi (F24 ELIDE), indicando gli appositi codici tributo istituiti dall’Agenzia delle Entrate.